Scriviamo spesso che SM-System è un “innovativo sistema di prevenzione che cura attivamente il mal di schiena, grazie alla stabilizzazione a spirale della colonna vertebrale”… ma siamo coscienti che, per intuire la portata rivoluzionaria di questo metodo, poche righe non sono sufficienti. Per questo abbiamo intervistato Anna Maria Schiavinato, una delle prime insegnanti abilitate a praticarlo in Italia. Oltre a lei, a Strada Facendo Indoor abbiamo la fortuna di avere altre tre insegnanti (in Italia sono ancora pochissimi!): Laura Gasparini, Tamara Cassolato ed Elena Francescato.

Come ti sei avvicinata e quando hai iniziato a insegnare SM-SYSTEM?
[box type=”download”]Mi sono avvicinata a questo metodo quando ho conosciuto Marcus Broilo, diversi anni fa, in qualità di primo collaboratore del Metodo in Italia. Marcus stava traducendo in italiano il testo del professor Richard SmiseK (ideatore del metodo) “Una schiena sana”, quindi l’Italia non conosceva ancora questa pratica.
Le prove sperimentali che ho potuto conoscere con Marcus hanno subito sollecitato in me un forte interesse per SM-System e così ho iniziato a studiarlo… Ho frequentato alcuni stage presso il centro Fit di Roncegno e successivamente quello condotto direttamente dal prof. Smisek.
Naturalmente non si finisce mai di formarsi, in quanto le persone sono molto diverse e necessitano di attenzioni molto dettagliate per affrontare anche patologie personalizzate.[/box]

Ci descriveresti in poche parole cosa si fa durante una lezione di SM-SYSTEM?
[box type=”download”] Si inizia sempre con un colloquio con le persone interessate, per vedere, anche insieme al medico dove è necessario, eventuali referti e materiale diagnostico, per poi analizzare la postura. Conseguentemente si decide con la persona il percorso più adatto.
Le lezioni sono di circa 60 minuti, durante i quali si eseguono esercizi di base per la stabilizzazione delle “catene a spirale”. Si effettuano generalmente stando seduti, in piedi e in ginocchio, con l’utilizzo di due semplici strumenti: elastici specifici e un piccolo tappetino per i piedi. Anche gli specchi hanno funzione molto importante per poter verificare la propria postura.
Gli esercizi mirano alla consapevolezza dell’utilizzo del proprio corpo nella sua globalità: ciascun esercizio stimola sempre l’intera catena muscolare.[/box]

Hai parlato di “catene a spirale”: come si attivano?
[box type=”download”] Obiettivo prioritario è saper padroneggiare una rapida attivazione delle catene muscolari a spirale che stabilizzano il corpo durante qualsiasi posizione o attività di instabilità.
Sia nella quotidianità, ma anche durante le prestazioni sportive, questo costituisce un’efficace prevenzione al sovraccarico della colonna vertebrale e favorisce una migliore qualità del movimento.
La maggioranza degli esercizi si svolgono in piedi o da seduti, in modo da operare sempre contro la forza di gravità.[/box]

Quali sono i benefici di questo metodo per chi pratica regolarmente?
[box type=”download”]Il metodo prevede una pratica quotidiana per “resettare” la propria postura scorretta: soprattutto questo impegno personale garantisce di ottenere migliori risultati!
Il benessere che si percepisce inizia già dal primo incontro di allenamento. Un maggiore sostegno alla propria colonna vertebrale ed un attenuamento dei sintomi dolorosi convincono da subito la persona della validità del metodo: per stabilizzare i risultati serve, come detto, costanza!
Anche la semplice camminata o altre pratiche sportive diventano più sciolte ed efficaci; il metodo è molto utile anche per gli sportivi, per non incorrere in crisi cicliche di dolori che compromettono la pratica della loro disciplina.
Molto interessante è sapere che con l’attivazione completa delle catene si agisce fino alle estremità del corpo, incidendo sul famoso “alluce valgo” e sulla prevenzione dei problemi al tunnel carpale.
Questi esercizi di stabilizzazione del bacino permettono inoltre di sostenere ed attivare la muscolatura del pavimento pelvico (prevenzione dei prolassi) e molto altro…
Anche le patologie muscolo-scheletriche più diffuse e più dolorose vengono controllate con questi esercizi di attivazione delle catene a spirale: periartriti, scoliosi, ecc.[/box]

Cosa significa per te SM-SYSTEM?
[box type=”download”] La conoscenza e la pratica degli esercizi di questo metodo mi hanno permesso innanzitutto di migliorare il mio stato di salute generale e di praticare costantemente attività motoria in modo sicuro.
Inoltre mi ha aperto gli occhi verso una enorme serie di problematiche, le cui cure finora prevedevano solo interventi chirurgici o atteggiamenti di rassegnazione.
Con questa maggiore conoscenza e consapevolezza, vedendo anche i risultati raggiunti con alcune persone (anche ultra ottantenni), ho acquisito molta fiducia sull’incidenza dell’SM-System nei processi di miglioramento dello stato di salute delle persone: MAI DIRE MAI![/box]

 

[button link=”https://www.stradafacendotreviso.it/lezioni-pancafit-pilates-sm-system/sm-system/” type=”icon” icon=”question”] Clicca qui per saperne di più su Anna Maria Schiavinato e su SM-System[/button]

sm system con marcus broilo e anna maria schiavinato a Treviso
Marcus Brolio durante una conferenza su SM-System a Treviso